Consigli per gli acquisti

Info, statistiche e referenze

Smartwatch, è boom di vendite

Gli smartwatch, i cosiddetti “orologi intelligenti”, conquistano il cuore e il polso dei consumatori di tutto il mondo. Anche se nell’ultimo periodo ha tenuto banco il lancio dei nuovi iPhone, il mercato degli smartwatch sta registrando performance di tutto rispetto. Lo rivelano i dati raccolti dai ricercatori di i Strategy Analytics, che hanno analizzato i trend delle vendite. Per avere un’idea del peso di questa tipologia di prodotti hi-tech, orami compagni di una grandissima fetta di popolazione, l’ultima rilevazione annuncia che nel terzo trimestre le consegne globali hanno messo a segno un +67% su base annua, raggiungendo i 10 milioni di unità a fronte dei 6 milioni di dispositivi registrati nel pari periodo del 2017.

Apple sempre salda al primo posto del podio

In questo contesto, Apple si conferma leader del mercato, nonostante qualche contraccolpo a causa di competitor sempre più agguerriti. Tra luglio e settembre, riporta una nota dell’Ansa, la compagnia di Cupertino ha consegnato 4,5 milioni di Apple Watch, il 25% in più rispetto ai 3,6 milioni dell’anno precedente. La quota di mercato del colosso di Cupertino si è però ridotta dal 60 al 45%. “Apple sta affrontando una concorrenza crescente da parte di una Samsung e una Fitbit rivitalizzate”, spiegano gli analisti, secondo cui il nuovo Apple Watch Series 4 è stato “un’aggiunta assolutamente necessaria all’arsenale di Apple”.

Sempre più competitor all’attacco del mercato globale

Ovviamente, le altre casa produttrici non stanno certo a guardare e corrono l’attacco con smartwatch sempre più performanti. D’altronde, se le vendite sono passate da 6 a 10 milioni di esemplari una ragione c’è, ed è proprio la concorrenza ogni giorno più ampia. Fitbit, grazie allo smartwatch Versa, si piazza al secondo posto del mercato con 1,5 milioni di unità consegnate (era a zero un anno fa). Dopo aver velocemente conquistato il target nordamericano, la compagnia di San Francisco punta nel 2019 a fare breccia anche in Europa, Asia e America Latina. Samsung si piazza al terzo gradino del podio con 1,1 milioni di smartwatch rispetto alle 600mila unità del terzo trimestre 2017. Per la coreana “la nuova gamma Galaxy Watch sta vendendo abbastanza bene, grazie ai miglioramenti introdotti e al marketing aggressivo”, osservano gli esperti. Fuori dal podio c’è Garmin con 800mila unità vendute contro le 600mila di un anno fa. Adesso, anche Huawei è scesa in campo, presentando il proprio smartwach. La guerra a colpi di orologi intelligenti è decisamente aperta.

Parliamo di Amazon: è davvero il miglior shop online?

Inauguriamo il nostro nuovo blog parlando di un argomento che spesso viene discusso tra gli amanti (o dovremmo forse dire “appassionati compulsivi”?) dello shop online: perchè tutti comprano su Amazon? I motivi sono molteplici, ma tutti riconducibili ad un’unico aspetto: affidabilità. Quando andiamo ad eseguire quell’ultimo, fatidico “click” che ci porterà a spendere qualche quattrino, siamo sicuri di ciò che stiamo facendo, non abbiamo perplessità su cosa succederà “dopo”, non abbiamo timori: è un pò come entrare in un negozio ed uscire con il nostro bel prodotto in mano. Forse potrà rivelarsi un acquisto inutile o sbagliato, ma questo è un altro paio di maniche…

Fondamentalmente, Amazon non è nè più bello di altri siti, nè particolarmente più facile da utilizzare: è solo più completo. Recensioni, FAQ, descrizioni dei prodottim acquisti “one click”, gestione indirizzi di spedizione/fatturazione, wishlist multiple ecc… Tutto è accessibile con un solo click, quindi la profondità di navigazione è volutamente limitata. I filtri sono poveri, ma i prodotti correlati ed i suggerimenti proposti come abbinamento all’acquisto sono molto ben fatti e rappresentano sicuramente un ottimo incentivo. E’ chiaro che però, come spesso capita, i veri elementi vincenti sono prezzo e servizio post vendita.

Prezzo: spesso, ma non sempre, il più basso che puoi trovare in rete. La possibilità di acquistare da più venditori consente il confronto sulla stessa piattaforma, amplificando il senso di risparmio

Spedizione: fiore all’occhiello di Amazon, velocissima, precisa e raramente a pagamento (vedi Amazon Prime)

Assistenza: top. Servizio clienti telefonico senza 199 o altri costi, reso gratuito con ritiro a domicilio spesso gratuito, cambi merce immediati… E’ chiaro che una volta che hai saggiato il servizio offerto dal sito difficilmente cambi

Cosa vogliamo dire? Semplicemente che Amazon non ha un sito tecnicamente straordinario, ma è come entrare in un negozio con un commesso serio e competente, pieno di altre persone, con una varietà di prodotti invidiabile e prezzi competitivi… Quindi a tutti coloro che pensano che vendere online sia facile diciamo: strutturati per offrire una buona esperienza di acquisto, crea un servizio clienti con i fiocchi, accordati meglio che puoi con gli spedizionieri e con i fornitori, rinunciando a parte del margine e ad offrire migliaia di prodotti se poi non riesci ad essere competitivo. In poche parole: investi prima sulla tua value proposition, e solo dopo concentrati sulle attività di web marketing e sulla comunicazione.

Che altrimenti sarà totalmente inutile, e continuerai a chiederti perchè la gente continua a comprare su Amazon.